Erbe Officinali e Piante

Gli Oleoliti: Cosa Sono, Come Si Preparano e Come Si Usano

oleolito di calendula,oleolito di camomilla,oleolito di iperico,oleolito di curcuma,oleolito di spezie,oleoliti

Gli oleoliti sono preparazioni utili come ingrediente di base per molte ricette. Si preparano facendo macerare nell’olio erbe officinali o spezie.

Ricchi di principi attivi liposolubili, sono dotati di notevoli proprietà cosmetiche e possono essere utilizzati per moltissimi rimedi naturali. Si realizzano con grande facilità, e una volta pronti possono durare fino a due anni.

Preparazione degli Oleoliti

Gli oleoliti si possono realizzare con erbe officinali secche (come la camomilla e la calendula) o fresche (come l’iperico). Le erbe secche si possono acquistare in erboristeria o cogliere fresche e lasciarle seccare, mentre le erbe fresche andrebbero raccolte direttamente. L’iperico, ad esempio, può essere raccolto nel periodo tra la fine di giugno e l’inizio di luglio.

La preparazione degli oleoliti è quasi standard: si utilizza dell’olio, generalmente extra vergine di oliva ma può essere un qualsiasi altro tipo di olio, nel quale si fa macerare l’erba per un periodo che varia da una settimana a 30 giorni o più. L’olio viene poi filtrato e si può utilizzare.

Uso degli Oleoliti

Gli oleoliti si possono usare come oli base per ricette cosmetiche o anche da applicare puri sulla pelle, a seconda delle loro proprietà.

La bellezza degli oleoliti è l’unione di un olio base con le proprietà delle piante: un olio già prezioso si trasforma in un preparato ancora più prezioso, che si conserva a lungo ed è ottimo e naturale.

Conservazione degli Oleoliti

Conserva tutti gli oleoliti in recipienti di vetro scuro: il vetro scuro facilita la conservazione perché fa entrare meno luce. Tieni gli oleoliti al buio, in un luogo fresco e asciutto, possibilmente lontano da fonti di calore; in questo modo si conserveranno per due anni mantenendo intatte le loro proprietà.

Ecco cinque ricette di oleoliti base, ciascuno dotato di diverse proprietà.

{Da Cosmesi Naturale Pratica, Francesca Marotta}

Amiche Erbe, Conosciamole Meglio // Glossario delle Preparazioni

erbe e piante,infusi,decotti,tisane,lozioni,compresse

Le erbe sono preziose alleate della nostra bellezza: infatti le loro proprietà non sono solo aromatiche e curative, ma possono trasformarsi in ottimi cosmetici fai da te, sia per curare il nostro corpo esternamente sia per purificarlo e disintossicarlo dall’interno.

Una crema non può ringiovanire la pelle, così come uno shampoo non può liberare dalla forfora: per stare bene dentro e fuori c’è bisogno di un organismo che funzioni bene e sia purificato e sano! Scopriamo insieme quali sono le preparazioni fondamentali delle erbe per avvicinarci alla cosmesi naturale. 

Infuso: è un tipo di tisana che che viene utilizzata per estrarre principi attivi delle parti più delicate di una pianta officinale: fiori, parti erbacee e foglie. Come si prepara? Si versa acqua bollente sulle erbe, si copre e si lascia in infusione per qualche minuto. In seguito si filtra ed è pronto.

Decotto: è una forma di tisana che viene utilizzata al fine di poter estrarre i principi attivi dalle parti della pianta più dure: radici, semi, corteccia o legno. Per preparare un decotto si mettono le erbe in acqua fredda e si fa bollire, coperto e a fuco basso. In seguito si filtra ed è pronto.

Tisana: è un infuso o un decotto molto diluito.

Lozione o macerato: le erbe vengono fatte macerare in un liquido (diverso a seconda del risultato che si vuole ottenere) e per un certo tempo stabilito.

Polpa: le foglie, i frutti o le radici della pianta vengono messi nel frullatore o nel mortaio e dopo aver frullato o pestato, bisogna trasferirli in una tela a trama fitta e strizzare forte per eliminare il succo.

Compressa: è una garza bagnata in un infuso, decotto o lozione da applicare sulla pelle.