La Cura Naturale della Pelle Matura e Segnata

Curare la pelle matura

Pelle matura e prodotti antirughe: quanto c’è di vero in tutto quello che ci dicono nelle pubblicità e negli spot delle creme antietà? Una cosa è certa, più la pelle invecchia, più il costo delle creme miracolose lievita.

E allora parliamone, di questa epidermide matura: innanzitutto, è importante dire che in materia di rughe la prevenzione è essenziale. Usare un buon idratante a partire dall’adolescenza mantiene la pelle elastica e ritarda l’apparire delle rughe, ma a causa delle espressioni e dei fattori climatici (più le abitudini alimentari, il fumo e i fattori genetici) la pelle prima o poi si segna.

Per questo motivo, la pelle che invecchia ha bisogno di principi attivi in buona quantità, da abbinare fra loro per risultati ottimali. Principalmente in natura troviamo una serie di attivi perfetti per la pelle matura, a partire dagli antiossidanti per arrivare agli oli nutrienti ed elasticizzanti.

Gli Antiossidanti per la Pelle Matura

Che cosa sono gli antiossidanti?

Lo dice la parola stessa: gli antiossidanti sono sostanze che impediscono l’ossidazione e la formazione dei radicali liberi (i principali responsabili dell’invecchiamento della pelle).

Quali sono gli antiossidanti principali?

La vitamina C (acido ascorbico) e la vitamina E (tocoferolo).

Dove si trovano questi antiossidanti?

La vitamina C si ossida molto velocemente, quindi si può utilizzarla in preparazioni monouso a breve scadenza. Dal Forum di Lola arriva l’idea di un tonico realizzato con qualche goccia di Cebion (si trova in farmacia) su un batuffolo di cotone imbevuto d’acqua da usare come tonico mattutino o serale.

Si può anche utilizzare il Cebion in pastiglie effervescenti, in questo caso mezza pastiglia in due dita d’acqua distillata. In entrambi i casi, importante aspettare almeno 15 minuti prima di mettere la crema per far assorbire bene la vitamina C e per non creare strani contrasti.

La vitamina E è presente in molti oli naturali, come l’olio di germe di grano, ma per un’azione d’urto è meglio acquistarla in farmacia con il nome di tocoferile acetato. Poi si può aggiungere a oli o creme per un effetto antiossidante al massimo. In che quantità aggiungerla? Dal 2 al 5% della quantità totale dell’olio o della crema.

Pelle matura

I Principi Attivi per la Pelle Matura

La vitamina F, la vitamina B5 e le sostante insaponificabili sono molto preziosi per combattere le rughe e il rilassamento cutaneo. La vitamina F è presente a grandi quantità nell’olio di rosa mosqueta e nell’olio di borraggine. La vitamina B5, anche chiamata pantenolo è lenitiva, cicatrizzante e stimolante per i tessuti.

Le sostanze insaponificabili, invece, stimolano la rigenerazione dei tessuti e mantengono la pelle elastica. Dove sono contenute? Principalmente nell’olio di oliva e nel burro di karitè.

La Routine per la Pelle Matura

Dopo tutte queste considerazioni, vediamo concretamente che routine di bellezza possono seguire le pelli mature e segnate. La detersione ha un aspetto fondamentale: lo smog, il trucco e la polvere, infatti, non sono certo di aiuto per mandare via le rughe. Chi ha la pelle matura può scegliere un latte detergente nutriente e ricco, da sciacquare con acqua tiepida.

Bene il tonico per il viso alla vitamina C, da applicare ogni mattina sotto la crema dopo la detersione. E veniamo proprio a lei, la crema: si trovano ottime creme antirughe eco bio, ma si può anche decidere di fare un mix di oli e burri per la pelle matura da applicare sul viso in piccole quantità, sulla pelle umida per farli assorbire meglio.

Un esempio? Olio di rosa mosqueta e olio di borraggine più burro di karitè con una goccia di vitamina E e olio essenziale di sandalo. Si può optare anche per il karitè puro, magari mescolato a un poco di gel d’aloe, da alternare alla crema. Quest’ultima deve essere ricca di attivi e adatta al proprio tipo di pelle.