oleolito di curcuma

Oleolito di Curcuma: Come Prepararlo e Come Usarlo

Curcuma

L’oleolito di curcuma viene realizzato con olio di sesamo e curcuma in polvere, ha un’azione antirughe e antiossidante. Si tratta di un oleolito indicato per pelli mature e per pelli secche.

Ingredienti per circa ½ litro di oleolito:

  • 3 cucchiai di curcuma in polvere
  • ½ litro di olio di sesamo spremuto a freddo

_ Versa l’olio di sesamo in un barattolo con coperchio ermetico e mescolaci la curcuma in polvere.

_ Chiudi il barattolo e lascia a macerare per una settimana, agitando il barattolo una volta al giorno.

_ L’ottavo giorno non agitare il barattolo e travasa l’olio in una bottiglia di vetro scuro avendo cura di non smuovere la curcuma che si sarà depositata sul fondo del barattolo.

Uso:

È la base perfetta per creme, detergenti e cosmetici in generale, essendo dotato di spiccate proprietà antirughe, antinvecchiamento, antiforfora; inoltre protegge dagli effetti nocivi delle radiazioni solari.

Ricco di curcumina, sostanza antiossidante che rende gialla la curcuma, quest’olio dal colore solare combatte efficacemente i radicali liberi e riequilibra la microflora.

{Da Cosmesi Naturale Pratica, Francesca Marotta}

Gli Oleoliti: Cosa Sono, Come Si Preparano e Come Si Usano

oleolito di calendula,oleolito di camomilla,oleolito di iperico,oleolito di curcuma,oleolito di spezie,oleoliti

Gli oleoliti sono preparazioni utili come ingrediente di base per molte ricette. Si preparano facendo macerare nell’olio erbe officinali o spezie.

Ricchi di principi attivi liposolubili, sono dotati di notevoli proprietà cosmetiche e possono essere utilizzati per moltissimi rimedi naturali. Si realizzano con grande facilità, e una volta pronti possono durare fino a due anni.

Preparazione degli Oleoliti

Gli oleoliti si possono realizzare con erbe officinali secche (come la camomilla e la calendula) o fresche (come l’iperico). Le erbe secche si possono acquistare in erboristeria o cogliere fresche e lasciarle seccare, mentre le erbe fresche andrebbero raccolte direttamente. L’iperico, ad esempio, può essere raccolto nel periodo tra la fine di giugno e l’inizio di luglio.

La preparazione degli oleoliti è quasi standard: si utilizza dell’olio, generalmente extra vergine di oliva ma può essere un qualsiasi altro tipo di olio, nel quale si fa macerare l’erba per un periodo che varia da una settimana a 30 giorni o più. L’olio viene poi filtrato e si può utilizzare.

Uso degli Oleoliti

Gli oleoliti si possono usare come oli base per ricette cosmetiche o anche da applicare puri sulla pelle, a seconda delle loro proprietà.

La bellezza degli oleoliti è l’unione di un olio base con le proprietà delle piante: un olio già prezioso si trasforma in un preparato ancora più prezioso, che si conserva a lungo ed è ottimo e naturale.

Conservazione degli Oleoliti

Conserva tutti gli oleoliti in recipienti di vetro scuro: il vetro scuro facilita la conservazione perché fa entrare meno luce. Tieni gli oleoliti al buio, in un luogo fresco e asciutto, possibilmente lontano da fonti di calore; in questo modo si conserveranno per due anni mantenendo intatte le loro proprietà.

Ecco cinque ricette di oleoliti base, ciascuno dotato di diverse proprietà.

{Da Cosmesi Naturale Pratica, Francesca Marotta}