About Bianca

Posts by Bianca:

Crema/Balsamo Preshampoo al Limone per Capelli Normali e Grassi

Balsamo capelli

Per capelli normali e grassi, una crema/balsamo al limone da applicare prima dello shampoo con effetto lucidante e rinforzante.

Ingredienti:

  • 45 grammi di burro di karitè
  • 10 ml di olio di jojoba
  • 5 ml di olio di cocco
  • 30 gocce di olio essenziale di limone
  • 10 gocce di olio essenziale di vaniglia

Preparazione:

_ Fai sciogliere il burro di karitè a bagnomaria, poi aggiungi l’olio di jojoba e l’olio di cocco dopo aver spento il fuoco; in seguito mescola con un cucchiaio di legno fino a quando il composto si raffredda.

_ Aggiungi l’olio essenziale di limone e l’olio essenziale di vaniglia per ultimi e mescola con cura. Versa la cremina in un barattolino di vetro e conservala in frigo, soprattutto quando la temperatura è alta.

Uso:

Una volta alla settimana applica una noce di composto sui capelli e lascia in posa per 30 minuti prima di fare lo shampoo. Dopo lo shampoo sciacqua abbondantemente e infine tampona i capelli con una salvietta. Se hai i capelli particolarmente secchi puoi usare il prodotto anche come dopo shampoo.

L’olio di jojoba, l’olio di cocco e il burro di karitè nutrono e rendono più lucidi, luminosi e vitali i capelli, mentre l’olio essenziale di limone li rafforza e combatte il sebo in eccesso riequilibrando la cute. La vaniglia profuma dolcemente i capelli. {Se non ami la vaniglia puoi scegliere un altro olio essenziale secondo il tuo gusto personale.}

Cioccolatini Goduriosi e Profumati da Bagno

Cioccolatini da bagno

I cioccolatini da bagno a base di cioccolato fondente e oli nutrienti si sciolgono nella vasca da bagno e nutrono la pelle al massimo grazie ai loro ingredienti preziosi. 

Ingredienti per 10-12 cioccolatini:

  • 50 grammi di cioccolato fondente (cacao 70% minimo)
  • 50 grammi di cera vergine d’api
  • 100 grammi di olio di cocco
  • 2 cucchiai di olio di girasole spremuto a freddo
  • 20 gocce di olio essenziale di mandarino
  • 10 gocce di olio essenziale di cannella

{Gli oli essenziali di mandarino e di cannella possono essere sostituiti da olio essenziale di arancio dolce, 30 gocce in totale}

Preparazione:

_ Metti l’olio di cocco e la cera d’api in un pentolino di acciaio oppure smaltato, poni a bagnomaria e fai fondere completamente.

_ Aggiungi il cioccolato e l’olio di girasole e mescola fino a ottenere un composto fluido e omogeneo. Poi togli dal bagnomaria e lascia raffreddare un poco (il composto deve però rimanere fluido), quindi aggiungi gli oli essenziali e mescola.

_ Versa il tutto nella vaschetta dei i cubetti di ghiaccio e metti in frigorifero per almeno un’ora. Estrai i cubetti dalla vaschetta e chiudili in un sacchettino o in un barattolo; si conservano in frigorifero per 3-4 mesi.

Uso:

Fai sciogliere un cioccolatino sotto un getto di acqua caldissima, quindi termina di riempire la vasca con acqua tiepida. Mentre sei in immersione, massaggia il corpo per facilitare la distribuzione e l’assorbimento delle sostanze attive.

Vera leccornia per la pelle, questi cioccolatini sono ricchi di sostanze emollienti, idratanti e restitutive; inoltre lasciano sulla pelle una leggerissima sfumatura ambrata, quasi un principio di abbronzatura. Niente paura per la vasca e per gli asciugamani: si sporcano, ma si lavano senza problemi.

{Da Cosmesi Naturale Pratica, Francesca Marotta}

Quanto Costa la Cosmesi Naturale?

cosmesi naturale,materie prime,costo e prezzi,informazioni utili

Una delle domande più frequenti di chi si avvicina alla cosmesi naturale e ai cosmetici fai da te riguarda il costo.

Quanto costa la cosmesi naturale?

Per darti un’idea di quanto possano venire a costare i nostri cosmetici naturali, ecco un raffronto fra il costo di una crema fatta in casa con ingredienti naturali e quello di una crema per il viso convenzionale.

Per la crema fatta in casa abbiamo scelto gli ingredienti più costosi. Tieni presente che la crema fatta in casa, a parità di quantità, ha una resa pari a circa quattro volte quella della crema convenzionale; inoltre il contenuto di sostanze attive della crema fatta in casa (grassi e cere sebosimili, vitamine E ed F, sostanze protettive, riequilibranti e stimolanti) è pari a circa l’80% del peso complessivo.

 

Crema idratante e antirughe fatta in casa (50 ml)

Olio di sesamo spremuto a freddo 30 ml € 0,45

Cera vergine d’api 10 ml € 0,25

Acqua aromatica 10 ml € 0,20

Olio essenziale 10 gocce € 0,50

Totale € 1,40

 

Crema idratante e antirughe convenzionale (50 ml): dai 10 ai 100 €

 

Proprio così! Una crema fatta con ingredienti naturali, anche se alcuni possono sembrare costosi, costa molto di meno. Prendiamo gli oli essenziali: magari un botticino di olio essenziale di limone costa 12 €, però dobbiamo tenere conto che in una crema o in un preparato fatto in casa se ne mettono 10 o 20 gocce al massimo, e il botticino dura nel tempo.

O il burro di karitè, ad esempio; sembra caro ma in realtà è economico e ci permette di fare molte creazioni perché ne usiamo una quantità minima nelle preparazioni. Quindi, se hai deciso di avvicinarti al naturale ma non sei sicura, prendi in considerazione anche questi fattori e non ti fare spaventare dal costo apparentemente alto delle materie prime.

{Da Cosmesi Naturale PraticaFrancesca Marotta}

Cosmesi Naturale // Ecco Perché Sceglierla

cosmesi naturale

Farsi i cosmetici in casa non significa solo risparmiare e divertirsi, significa anche creare prodotti cosmetici ricchi di sostanze attive e privi di ingredienti dannosi.

L’uso di ingredienti freschi garantisce un elevato contenuto di principi attivi, come ad esempio la vitamina E dei semi oleosi o del germe di grano, lo squalene dell’olio extravergine di oliva, gli acidi della frutta e così via.

La preparazione domestica dei cosmetici, poi, risolve il problema dei conservanti: una conservazione di qualche settimana o di qualche mese è sufficiente ad “ammortizzare” il tempo necessario per farsi i cosmetici, e non dovendo fare prodotti destinati a rimanere sugli scaffali dei negozi per anni, possiamo permetterci di usare conservanti più blandi ma anche molto più innocui.

È importante però fare molta attenzione nella scelta delle materie prime, non dimenticando che la pelle è un organo vivente che va curato e nutrito con la stessa attenzione che si dedica all’alimentazione. Le virtù cosmetiche degli alimenti sono infatti moltissime, ma è bene scegliere quelli migliori!

{Da Cosmesi Naturale PraticaFrancesca Marotta}

Obiettivo Pelle // Qual è il Tuo Tipo di Pelle?

Tipo di pelle

Pelle grassa, secca, mista, normale, sensibile… Conosci il tuo tipo di pelle? Per poter scegliere le cure e i cosmetici migliori è necessario conoscere il proprio tipo di pelle, in modo da dedicarle le giuste attenzioni.

Ecco i principali tipi di pelle, come riconoscerli e come curarli. Una volta che avrai identificato il tuo tipo di epidermide potrai coccolarla nella maniera migliore!

Pelle Normale

La pelle normale si presenta compatta, liscia, morbida ed elastica, sana, dal colorito roseo. Questa condizione va preservata con prodotti per l’igiene e la cura fisiologici, che supportino il film idrolipidico acido cutaneo.

Pelle Grassa

La pelle grassa è caratterizzata da un’eccessiva secrezione sebacea, si presenta con il caratteristico aspetto lucido e untuoso, con i pori dilatati e la tendenza a formare comedoni (comunemente detti punti neri) e brufoli. Il tessuto è abbastanza spesso d’aspetto e il colore è più opaco, meno rosato di quello di una pelle normale.

Richiede una detersione efficace, preferibilmente seboequilibrante e astringente, ma non aggressiva, e un’attenta scelta di trattamenti idratanti e cosmetici non grassi. In presenza di acne può richiedere l’intervento di un dermatologo che consiglierà il trattamento più appropriato.

Pelle Secca e Arida

La pelle secca e arida è ruvida, spenta, tirata, ha la superficie sottile, tende a desquamarsi ed è facilmente preda di irritazioni e infiammazioni. Appare poco tonica perché non è abbastanza idratata. La funzione barriera e il film idrolipidico sono danneggiati e la rendono sensibile e soggetta alla formazione di rughe sensibili perciò richiede di essere abbondantemente idratata e trattata con prodotti che possano compensare la perdita di oli naturali e di idratazione.

La pelle può essere secca o per mancanza d’acqua, e quindi essere disidratata, oppure per una scarsa produzione di sebo e si parla in questo caso di pelle alipica. Quando la pelle è disidratata è decisamente fragile, ed è necessario detergerla dolcemente per evitare il senso di stiramento e secchezza che sostanze troppo forti potrebbero procurare; inoltre deve essere idratata in modo appropriato, con prodotti che contengano quelle sostanze che compongono il fattore idratante naturale, come amminoacidi, piroglutamato sodico, lattato sodico, urea e zuccheri, che generalmente scarseggiano in questo tipo di pelle.

Nella pelle alipica è insufficiente oppure manca del tutto il mantello lipidico che ha la funzione di proteggerla, perciò è particolarmente sensibile agli agenti esterni. Su questo tipo di pelle si deve intervenire con un trattamento sebo-restitutivo a base di acidi grassi insaturi, trigliceridi e simili.

Pelle Mista

La pelle mista è la più diffusa: in genere infatti una persona non presenta una pelle solo secca o solo grassa, ma è facile che abbia sul viso zone più grasse e altre piuttosto secche o normali: la cosidetta zona T (fronte, naso e mento) tende ad essere grassa, mentre nelle guance e sul collo è quasi sempre secca o addirittura arida. E’ la percentuale delle zone secche e delle zone grasse che rende la pelle tendente al secco, tendente al grasso o mista.

Pelle con Couperose e Sensibile

La pelle con couperose si manifesta con eritrosi e con teleangectasie, cioè con la dilatazione dei capillari che si sfibrano e formano una rete violacea, visibile esternamente sulle gote. Generalmente questa situazione si manifesta in soggetti emotivi, facili al rossore (che può essere transitorio, con vampate, oppure prolungato nel tempo, con una eritrosi) e che soffrono di fragilità capillare.

La couperose è presente sulla pelle sottile, secca, delicata, piuttosto sensibile, irritabile, reattiva e allergica. Questo danno estetico peggiora in occasione di sbalzi di temperatura, di esposizione ai raggi solari e di massaggi troppo violenti; occorre invece intervenire sulla couperose con trattamenti protettivi e con sostanze astringenti vasali.

Pelle Asfittica

La pelle asfittica è particolarmente difficile da trattare. Spesso presenta brufoli, formazioni di grasso superficiale e/o  profondo e grani di miglio (punti bianchi). In genere questa pelle non respira perché gli strati superficiali sono duri e con i pori chiusi, mentre quelli sottostanti sono grassi. In caso di pelle asfittica è bene rivolgersi al dermatologo per conoscere le cure migliori.

Hai capito qual è il tuo tipo di pelle? Se non sei sicura prova il test di Saninforma: che tipo di pelle hai?